COSA E’ CORTI PER LA GIUSTIZIA

CORTI PER LA GIUSTIZIA è un concorso di videomaking che usa il linguaggio dei ragazzi per parlare con i ragazzi di giustizia e legalità. L’Associazione Nazionale Magistrati propone temi ed i ragazzi che desiderano partecipare producono uno o più video secondo le modalità indicate nel regolamento (durata massima, youtube ecc.).

CORTI PER LA GIUSTIZIA è un laboratorio creativo realizzato dai ragazzi tramite i loro cortometraggi.

REGOLE DI PARTECIPAZIONE
EDIZIONE 2019

Art. 1 Oggetto:

La Sezione Ligure dell’Associazione Nazionale Magistrati, in collaborazione con l’Ufficio Scolastico Regionale Ligure e l’Ariston s.r.l., organizza l’iniziativa denominata “Corti per la Giustizia”, secondo i contenuti e le modalità di cui al presente regolamento.

L’iniziativa ha come finalità la promozione, nella forma del concorso, di cortometraggi che gli studenti elaboreranno su specifici temi –  che verranno comunicati nei tempi e con le modalità stabiliti dall’art. 6 del presente regolamento –  con la finalità di promuovere la legalità, di sollecitare la riflessione su temi attinenti al mondo della “giustizia”, favorendo la  comprensione dei problemi, la ricerca delle soluzioni e la partecipazione attiva alla vita della società.

Art. 2 Regole di partecipazione al concorso

Il presente bando con i relativi allegati sarà scaricabile presso il sito Internet http://cortiperlagiustizia.it.

Possono concorrere tutti i ragazzi frequentanti le Scuole Secondarie di Secondo grado della Regione Liguria, individualmente, a gruppi di studenti o intere classi.

Sono ammessi cortometraggi di durata non superiore a 240 secondi, titoli di testa e di coda compresi, alle condizioni di cui all’art. 4 del presente bando.

L’iscrizione è gratuita.

I partecipanti dovranno compilare e accettare in ogni sua parte l’apposito modulo scaricabile online (allegato A) di cui all’art. 3 del presente bando da depositare presso l’Istituto scolastico di appartenenza.

Art. 3. Domanda di partecipazione e allegati

Per l’iscrizione al concorso ogni Istituto scolastico dovrà raccogliere e detenere i moduli di cui all’allegato A).

Altresì ogni Istituto scolastico dovrà compilare l’apposito modulo di cui all’allegato B), reperibile all’indirizzo: http://cortiperlagiustizia.it ed inviarlo all’indirizzo di posta elettronica info@cortiperlagiustizia.it con l’indicazione della pagina web (www.youtube.it versione privata) dove visionare i filmati.

Le dichiarazioni mendaci, oltre ad essere punite ai sensi di legge, comporteranno la non ammissione o l’esclusione dei candidati al concorso, in ogni fase e momento dello stesso.

Art. 4. Caratteristiche dei Cortometraggi

I video da presentare potranno essere realizzati con la massima libertà creativa e di montaggio e con qualunque strumentazione.

Devono tassativamente possedere i seguenti requisiti:

  1. avere la durata massima di 240 secondi – compresi titoli di testa e coda;
  2. devono essere inediti, in lingua italiana (o sottotitolati in lingua italiana): sono consentiti testi, parole e/o locuzioni in lingua dialettale italiana o in lingua straniera;
  3. non contenere messaggi anche indirettamente pubblicitari o promozionali;
  4. non contenere elementi che si pongano in violazione della legge o lesivi di diritti, anche di terzi nonché lesivi del comune senso del pudore.

I filmati dovranno essere caricati sulla pagina www.youtube.it in versione ‘non in elenco’. Il relativo indirizzo dovrà essere riportato sugli allegati A e B nell’apposito spazio ed indicato, altresì, nella lettera di trasmissione da parte degli Istituti Scolastici.

Art. 5. Verifica della documentazione ai fini dell’ammissibilità

L’organizzazione verificherà l’ammissibilità e la pertinenza delle domande di partecipazione pervenute e provvederà a:

  1. verificare la tempestività,  la sussistenza dei requisiti e delle condizioni di ammissibilità delle domande;
  2. escludere le domande che non rispondano ai requisiti richiesti;
  3. verificare la regolarità e la conformità al Bando di partecipazione della documentazione anche video trasmessa.

Art. 6. Svolgimento del Concorso.

I temi prescelti dagli organizzatori per l’edizione 2018/2019 sono i seguenti:

1) QUESTIONE DI RAZZA
Il razzismo di ieri e quello di oggi

2) BISOGNA BUTTARE LA CHIAVE?
A cosa serve il carcere, a cosa serve la pena

 3) SE L’AMBIENTE UCCIDE
Il mancato rispetto delle regole e gli effetti sull’ambiente e il territorio

4) RISPETTO DELLE DIFFERENZE
Un modo pacifico per contrastare la discriminazione, i comportamenti aggressivi e la violenza tra i giovani

 

Il concorso si articola nelle seguenti fasi:

  1. a partire dalle ore 8,00 del giorno 25 febbraio 2019 e sino alle ore 24,00 del giorno 12 aprile 2019 gli Istituti Scolastici invieranno all’indirizzo di posta elettronica info@cortiperlagiustizia.it le domande di partecipazione e l’indirizzo web dei video elaborati;
  2. a partire dalle ore 8,00 del giorno 18 aprile e sino alle ore 24,00 del giorno 30 aprile saranno aperte le votazioni on line dei video ricevuti e ammessi, da effettuare secondo le istruzioni indicate all’indirizzo http://cortiperlagiustizia.it.
  3. Al termine di questa fase verranno selezionati un massimo di 12 cortometraggi ammessi alla selezione finale, di cui 8 (due per ogni tema) individuati sulla base della classifica risultante dalle votazioni on line. Una giuria di qualità, la cui composizione sarà in seguito resa nota e di cui faranno parte magistrati, esponenti del mondo della scuola e dello spettacolo, potrà liberamente selezionare altri 4 cortometraggi ritenuti meritevoli.
  4. L’esito della selezione sarà resa pubblica sul sito http://cortiperlagiustizia.it il giorno 3 maggio a partire dalle ore 12,00.
  5. Dalle ore 8,00 del giorno 5.2019 fino alle ore 24,00 del giorno 19.5.2019 saranno riaperte le votazioni dei finalisti da eseguirsi sul medesimo sito (http://cortiperlagiustizia.it).
  6. La proclamazione dei vincitori avverrà al Teatro Ariston di Sanremo il 23 Maggio 2019 alle ore 10,00, durante una manifestazione.

Art. 7. Selezione finale e premiazione  

Durante la finale saranno proiettati i cortometraggi ammessi e saranno decretati due vincitori, in base al voto on line e a quello della giuria.

Art. 8 Premio

I soggetti organizzatori promuoveranno la diffusione dei cortometraggi vincitori (o di una clip), su reti televisive a diffusione locale ed eventualmente, se di pregevole contenuto, a diffusione nazionale, nel corso di programmi televisivi in tema, cui potranno essere invitati a partecipare gli autori del video.