Emblematica dell’approccio pragmatico di Cissé è una dichiarazione rilasciata nel settembre del 2017 al portale senegalese Galsenfoot.com: «Preferisco giocare come l’Atlético Madrid e vincere piuttosto che perdere giocando come il Barcellona». La Coppa d’Africa 2019 sarà anche l’occasione per valutare se le due decisioni più importanti adottate dal governo CAF di Ahmad Ahmad, al centro di numerosi scandali che vanno da corruzione a molestie sessuali, sono sostenibili. Di quel Senegal, Cissé ha sempre conservato lo spirito della. Il miglioramento è evidente, ma il dato è da prendere con le pinze, visto che due dei cinque avversari fin qui affrontati dal CT messicano si chiamano Niger ed eSwatini. Su tutte la Real Bamako e la JMG Academy, da cui la Red Bull ha cooptato Haidara e Samassékou, uno dei sette U-23 chiamati da Magassouba. Che possano vincere il Pallone d’Oro 2019 potrebbe suonare strano nell’era di Messi vs. Ronaldo, ma è un’ipotesi che dovremmo prendere in forte considerazione. bennacer è uno dei nostri migliori giocatori in rosa. Per responsabilizzare tutti o per mancanza di veri condottieri? reportage dal ghana durante l'africa cup 2008.viaggio sulle spiagge e sui campi in terra rossa dove nascono i talenti del calcio africano.di Corrado Zunino 1/2 Un trionfo finale nel 2013 per le Super Aquile, un mix dei migliori elementi delle generazioni degli anni ‘80 capitanati da Joseph Yobo. Il declino della Costa d’Avorio, al contrario, è un processo più fisiologico e naturale. Samuel Chukwueze (Nigeria, Villarreal) Dribblatore seriale delle difese de La Liga, è una delle nuove sensazioni del calcio mondiale. Le estrazioni dei gironi si svolgeranno il 19 Ottobre 2016 a Libreville, capitale del Gabon che ospiterà la Coppa d’Africa. Il Mali sta letteralmente dominando le ultime edizioni di Coppa d’Africa U17 e U20: due trionfi nel 2015 e nel 2017 nella prima; campione in carica della seconda, a cui è seguito un ottimo Mondiale di categoria in cui si è messa in mostra la stella di Sekou Koïta, che raggiungerà i connazionali della maggiore in Egitto. Rischio appagamento? Questa decade non è stata fortunata come altre in termini di talento, e la corazzata che dominava l’inizio del millennio con Mboma ed Eto’o in attacco è un lontano ricordo. Il teatro del primo atto sarà il Cairo International Stadium, storico stadio della nazionale egiziana che potrà così tornare a respirare a pieni polmoni il sostegno dei propri tifosi dopo circa 7 anni, dal momento che in seguito alla tragedia di Port Said del 1 febbraio 2012 è stato utilizzato solo a capacità ridotta per un paio di partite di qualificazione alla Coppa d’Africa nel 2014 e per un’amichevole nel 2017, così da evitare grossi assembramenti all’interno della capitale. Quella egiziana però è una Nazionale che vive una pressione enorme, proprio in qualità di Paese organizzatore, nonostante non abbia dimostrato negli anni un gioco tale da poter indirizzare le partite e potenziare Mohamed Salah, due volte miglior calciatore africano e capocannoniere della Premier League negli ultimi due anni. Ha appreso tanto anche con la famiglia di MondoFutbol.com e ha scritto un articolo per Panenka. Un ricordo personale del “Pibe de Oro” in tre atti. Calcio russo. Quando Maradona ha provato a rifare Napoli a Siviglia, Cosa c’è di vero ne “La regina degli scacchi”, Un reportage fotografico dalla Coppa d’Africa. In attesa di poter celebrare l’apertura di centri di formazione un po’ ovunque in giro per l’Africa, sarebbe opportuno guardare ai modelli di Senegal, come visto sopra, oppure RD Congo e Algeria. C’è di più: quello degli “stregoni bianchi”, come vengono popolarmente soprannominati i tecnici principalmente europei che allenano in Africa, non è un fenomeno legato alle mode del momento, ma piuttosto il prodotto delle tante lacune in fatto di formazione a livello locale e allo stesso tempo una sorta di garanzia contro le simpatie di matrice etnica, come spiegano Tado Oumarou e Pierre Chazaud in Football, religion et politique en Afrique. A Bruno Metsu e alla sua maniera di approcciarsi alle persone è molto legato anche Hervé Renard, il CT del Marocco e, unico selezionatore in grado di vincere due Coppe d’Africa con due nazionali differenti. soprattutto se le fai a san siro. Sono 10 i club italiani che forniranno almeno un giocatore alla rassegna africana: le squadre più rappresentate sono l’Empoli, l’Inter il Napoli e la Spal con due giocatori a testa. Questa serenità e unità di intenti era proprio ciò che mancava a una Federcalcio colpita da annose crisi dirigenziali e a un gruppo di calciatori pieni di talento che si sono formati nelle migliori scuole calcistiche europee;nell’ultimo biennio il Senegal è spesso parso una squadra matura e in grado di saper gestire i momenti della partita. In seguito a questi exploit, entrambe le selezioni hanno trascorso periodi di vacche magre. Due terzi posti per le Aquile di Seydou Keita, Mohamed Sissoko e dell’ex bomber-per-sei-mesi del Benevento Cheick Diabaté. Giocatori di Serie A in Coppa d’Africa: Empoli, Inter, Napoli e Spal le più rappresentate. Un chiaro segnale lanciato dai due tecnici che, oltre ad attirare l’attenzione degli scout di tutto il mondo, potrà portare enormi benefici nel futuro a lungo termine. Il concetto di Teranga in lingua wolof rappresenta uno spettro di sensazioni e caratteristiche assai ampio che va dall’accoglienza e l’armonia tra le persone alla condivisione delle diversità e, in questo specifico caso, di obiettivi sportivi. Dalla diaspora, francese, Zetchi ha pescato l’uomo da mettere al comando di una nazionale anch’essa in ricostruzione. Nel 2015 e nel 2017 il Mali è stato eliminato ai gironi, raccogliendo la miseria di 5 punti in 6 partite; la Nigeria ha fatto addirittura peggio, non qualificandosi a nessuna delle due edizioni successive alla vittoria. non c'è niente da fare. See more of Coppa d'Africa 2021-'23-'25 on Facebook. Mohamed Salah, sconfitto in finale con il suo Egitto, nazionale che ha vinto il premio fair play, è stato inserito tra i centrocampisti. CLASSIFICA. Dopo la Coppa d'Asia e il Campionato Sudamericano Under 20, anche la Coppa d'Africa è pronta a partire. Renard, portato in Africa dalla leggenda Claude Le Roy, ama adattarsi al materiale che ha a disposizione e dato che, come affermava il padre del calcio marocchino Père Jégo, «le caratteristiche fisiologiche dei marocchini assomigliano molto a quelle dei sudamericani» gli è sembrato ovvio puntare ad amalgamare il maggior numero di calciatori tecnici e schierare esterni dall’alto profilo atletico che possano offrire sempre uno sbocco alla manovra. Tra i 552 calciatori che prenderanno parte alla Coppa d’Africa rischiando di scottarsi figurano Pelé, Romario Baggio (insieme) e Trezeguet. Asamoah Gyan si è prima ritirato a poche settimane dalla Coppa d’Africa perché il CT James Kwesi Appiah gli ha tolto la fascia di capitano e poi è salito nuovamente a bordo dell’aereo per l’Egitto per intercessione del presidente del Ghana Akufo-Addo. e su cui i pesi massimi del continente che militano in Europa potranno consacrarsi anche con le proprie nazionali e puntare alla palma di migliori giocatori del mondo. Il classe 1997 ormai ex Empoli è stato il giocatore più impiegato dal ct Belmadi (540 minuti in campo) e al contempo è riuscito a fornire tre assist vincenti ai compagni. Lega Serie A. La fantasia  e i guizzi di Ziyech, recuperato da Renard dopo l’esclusione del 2017, coesistono con la stabilità del resto della squadra e raramente finiscono per sbilanciare l’assetto sempre propositivo del 4-2-3-1. Quella che si giocherà in Guinea Equatoriale dal 17 gennaio all'8 febbraio Senza dare l’impressione di faticare troppo, per giunta. -, ma le nuove leve avanzano e il CT tedesco ha scelto di assecondare il moto rivoluzionario affidandosi a otto U-23: i tre classe 1996 (Ola Aina, Iwobi e Ndidi); i tre classe 1997 (Awazie, Onyekuru e lo stesso Kalu); il 1998 Uzoho, portiere titolare; e il 1999 Samuel Chukwueze del Villareal, atteso come una delle next big thing de La Liga. 4 giocatori da seguire nei quarti di finale della Coppa d'Africa, che iniziano oggi La migliore vetrina per scoprire i talenti emergenti del continente. I cosiddetti petroldollari del Qatar lo hanno strappato per troppo tempo a platee sicuramente più desiderose di aprire la bocca di fronte al suo genio. Čizmić: "Bennacer è il miglior giocatore della miglior squadra della Coppa d'Africa" ... Svolta FIFA: i club potranno dire no ai giocatori in nazionale per tutto il 2020; 02.10.2020 12:37 - Corsport - Milan, Laxalt è in uscita: su di lui l'Olympiacos e lo Sporting Lisbona; 02.10.2020 12:30 - Hauge su Ibrahimovic: "Giocare con lui è un'opportunità incredibile. In campo Renard, che a ogni partita deve fare i conti con gli enormi sbalzi umorali del focoso popolo marocchino, ha saputo sovrapporre qualità ed equilibrio, senza che l’una ostacoli l’altro. I migliori ritorni di Ballardini sulla panchina del Genoa, La sorprendente efficienza di Calabria e Saelemaekers, Gomez è ancora insostituibile per l’Atalanta. Senegal e Marocco sono le uniche Nazionali africane reduci da un’ottima campagna nel Mondiale di Russia. Leggi su Sky Sport l'articolo Draft NBA: i 30 migliori prospetti a cui puntare dopo la Lottery. Ghana e Costa d’Avorio sono state una piacevole costante ai Mondiali nel nuovo millennio, ma dal 2015, anno in cui sono finite entrambe in finale di Coppa d’Africa, qualcosa è andato storto e non si sono qualificate alla rassegna iridata del 2018. Alija Alex Čizmić è laureato in Mediazione Linguistica, parla quattro lingue e ne frequenta altrettante. Media/News Company. Spostare la competizione dalla finestra invernale a quella estiva permette certamente ai calciatori che militano fuori dal continente di evitare di perdere parte della stagione con il club, ma dall’altra espone a ostacoli climatici di non poco conto. Create New Account. Se ci dovessimo basare solo sul blasone e sui ricordi vincenti che ci provoca la lettura dei loro nomi, Camerun ed Egitto rientrerebbero tra le favorite del torneo. Il concetto di Teranga in lingua wolof rappresenta uno spettro di sensazioni e caratteristiche assai ampio che va dall’accoglienza e l’armonia tra le persone alla condivisione delle diversità e, in questo specifico caso, di obiettivi sportivi. © 2018 SOCCER S.A.S. Dopo i terribili anni post-rivoluzione del 2011, i risultati con Cuper sono comunque arrivati (una finale di Coppa d’Africa e una qualificazione mondiale dopo 28 anni d’assenza), ma l’Egitto non ha lasciato buone sensazioni in Russia, riuscendo a perdere anche il match di chiusura contro l’Arabia Saudita. Serie A. Derby Eriksen-Calhanoglu, storie di opposti . CLASSIFICA Answer Save. Molti calciatori dopo quel trionfo hanno detto basta alla Nazionale (sono solo cinque i superstiti), la federazione è entrata in crisi e la Costa d’Avorio ha dovuto ricominciare da capo. Thomas N’Kono (Camerun, attivo dal 1972 al 1997) Parlando di portieri, difficile trovare tra i pali un esponente del calcio africano migliore di lui. Ci sono voluti più di due mesi per sbrogliare il casino accaduto nella finale di ritorno. Sports League. Dal 1993 vive, e apprende, nel multietnico Hotel House di Porto Recanati. This website uses cookies. Perchè l'Egitto e il Sudafrica sono già state utilazzate per il Mondiale u20 e il Mondiale nazionale maggiore! Forgot account? Finalmente in questo senso si stanno facendo dei passi in avanti e sarà interessante osservare l’operato dei CT africani. In realtà la prima Coppa d’Africa estiva vanta motivi interessanti e solidi argomenti calcistici per poter mantenere intatta la sua fetta di visibilità. caro a Bruno Metsu, CT di quella spedizione nippocoreana, e a partire dal 2015 ha trovato il modo di instillarlo nei calciatori senegalesi. Foto dall’Egitto, tra calcio e vita di tutti i giorni. Ora, invece, per la naturale alternanza tra recessione e prosperità, è giunto il momento di godere di nuove ed entusiasmanti generazioni. È alto, forte di testa ed è uno dei pilastri della rivoluzione che ha riportato lo Slavia Praga al titolo in Repubblica Ceca. E miglior giocatore della competizione! John Obi Mikel è ricomparso – ci credereste che ad oggi è. ? Il gol di Mahrez ha permesso all’Algeria di battere la Nigeria e di approdare in finale. or. Venerdì 21 giugno, probabilmente sotto gli occhi del presidente Al-Sisi che ne ha voluto fortemente l’organizzazione e che sta seguendo in prima persona gli ultimi preparativi, i padroni di casa dell’Egitto e lo Zimbabwe daranno il calcio d’inizio della trentaduesima edizione della Coppa d’Africa. – P.IVA VAT 09305501000 - ALL RIGHTS RESERVED. Se Messi non compirà il miracolo di riportare la Copa América in Argentina (e i presupposti non sono proprio rosei), un eventuale trionfo in Coppa d’Africa di Egitto o Senegal potrebbe avere un peso specifico importante nella corsa al  prossimo Pallone d’Oro? Msakni segna migliori gol della Coppa d’Africa dal 2013. Simbolo del Camerun negli anni ’80 e ’90, con cui gioca due mondiali e vince una Coppa D’Africa nel 1984. Jordan, LeBron e non solo: i migliori realizzatori NBA squadra per squadra CLASSIFICA fotogallery 04 mag 2020 - 11:06 31 foto Ha saltato il Mondiale di Russia per infortunio. Dati storici per numerosi sport in oltre 100 paesi. Not Now. Quindi chi ha vinto la Champions League africana? Quest’anno invece gli allenatori africani rappresentano il 45,8% dei tecnici e questo è un dato eloquente delle intenzioni delle federazioni, finalmente convinte a puntare su tecnici locali. fu il capitano del Senegal che stupì il mondo ai Mondiali del 2002. Media. Coppa d’Africa 2019, tutti i giocatori di Serie A presenti. 0 0 0. Mohamed Salah e Sadio Mané li conosciamo tutti. Nel 2018 Luka Modrić, campione d’Europa col Real Madrid e vice-campione del mondo con la Croazia, ha spezzato il duopolio apparentemente indistruttibile dell’Argentino e del Portoghese. Il presidente eletto nel 2017 è uno dei fondatori del Paradou AC e tra i promotori della sua accademia implementata nel 2007 da Olivier Guillou, nipote del celebre Jean-Marc che tanti talenti ha coltivato sul suolo africano. A meno che non siate tra quelli, C’è di più: quello degli “stregoni bianchi”, come vengono popolarmente soprannominati i tecnici principalmente europei che allenano in Africa, non è un fenomeno legato alle mode del momento, ma piuttosto il prodotto delle tante lacune in fatto di formazione a livello locale e allo stesso tempo una sorta di garanzia contro le simpatie di matrice etnica, come spiegano Tado Oumarou e Pierre Chazaud in, Football, religion et politique en Afrique. La squadra di Aliou Cissé si presentava tra le favorite ma non sta giocando benissimo. ANGOLA. Lo strano, ma significativo, ultimo anno di Maradona in Europa. Lo ha fatto all’ultimo appuntamento utile, e tra l’altro senza Drogba, qualsiasi cosa possa significare. Lo ha fatto all’ultimo appuntamento utile, e tra l’altro senza Drogba, qualsiasi cosa possa significare. Il numero 9 granata sta brillando nonostante il brutto inizio di stagione della squadra di Giampaolo. Con Javier Aguirre in panchina, la situazione è certamente migliorata: rispetto a Cuper, il messicano ha subito puntato su un approccio più offensivo, un 4-2-3-1 per tentare di valorizzare le qualità di Momo e i risultati in termini realizzativi non si sono fatti attendere: miglior attacco delle eliminatorie con 16 reti in sei gare, nove in più rispetto al girone di qualificazione della scorsa edizione. Mica ci vorremo ricordare di Choupo-Moting per sempre per questa giocata? Davide Ballardini e la panchina del Genoa sembrano incatenati l’uno all’altro. Eppure non è riuscito a portare il Congo RD ai Mondiali di Russia nel testa a testa con la Tunisia di un altro africano Nabil Maâloul. Il Pallone d’Oro dovrebbe premiare il miglior calciatore della singola stagione, ma nel corso degli anni si è finiti per eleggere il più vincente tra i calciatori migliori. Ci sono anche due ‘italiani’, un difensore e un centrocampista. però certe cappelle ti segnano. Il Ghana è quattro volte campione d’Africa ed è la selezione più costante del continente: dalla prima partecipazione al torneo, ha disputato almeno una finale in ogni decade. Cinque reti e due assist hanno convinto Rohr a scipparlo alla nazionale U-20 impegnata nel Mondiale di categoria. La chiave per queste due squadre è stata aver trovato due tecnici molto preparati. Magazine. Rating. La generazione d’oro allevata dal francese Jean-Marc Guillou all’ASEC Mimosas e capace di qualificarsi a tre Mondiali consecutivi dal 2006 al 2014, ha sollevato al cielo il suo primo e unico alloro nella finale di Coppa d’Africa del 2015. or. CLASSIFICA Un altro campanello d’allarme che non fa dormire sonni tranquilli agli egiziani è la scarsa forma dei nazionali di proprietà dell’Al Ahly, storicamente il club che offre il maggior numero di giocatori ai Faraoni. I membri del miglior club africano del XX secolo, che sono la colonna portante della nazionale, hanno lasciato molto a desiderare nell’ultima edizione di CAF Champions League. Sconosciuto ai più, ha portato una ventata d’aria fresca tra le Volpi del Deserto, inserendo gradualmente tutti gli elementi “italiani” che tanto bene hanno fatto quest’anno in Serie A, vale a dire Bennacer, Fares e Ounas. Al via 15 esponenti dei Campionati italiani Al via 15 esponenti dei Campionati italiani Published: 19 Giugno 2019 10:00 Magari con qualche giovane proveniente dall’U-17 laureatasi campione d’Africa lo scorso aprile. Che da due anni siano rispettivamente il miglior e il secondo miglior calciatore africano secondo la CAF se non lo sappiamo possiamo immaginarlo. Nah. John Obi Mikel è ricomparso – ci credereste che ad oggi è free agent?

Penna Parker Jotter Acciaio, Era Il Premier Del Sultano, Case Affitto Pinerolo Con Giardino Privato, 9 Songs Film Simili, Alexander-arnold Fifa 20, Novena Padre Pio Pietrelcina, Battezzo O Battesimo, Peonia Arbustiva Rossa, Elda Alvigini 2020, Asciugatrice Offerta Coop, Tenuta Matrimonio Salerno,